I servizi

Aprire un conto in banca in Australia

Aprire un conto in banca in Australia

Una delle prime necessità una volta in Australia, sia con un Working Holiday Visa per un anno o due, uno student visa o una volta trasferiti in modo permanente, è aprire un conto corrente in banca. Avere a disposizione i vostri soldi senza dover pagare ogni volta le altissime commissioni delle carte di credito quando fare un pagamento in valuta è molto importante, ma lo è altrettanto il poter ricevere l'accredito del proprio stipendio ad esempio.



Ci sono in giro molte associazioni che per un costo modico (spesso intono ai $100) si offrono di compiere questa operazione per voi, ma davvero mi è difficile capire perchè qualcuno dovrebbe pagare per qualcosa così semplice; la cosa migliore all'inizio è scegliere una delle quattro principali banche australiane, le più grandi e presenti in ogni stato: si tratta di ANZ, Westpac, Nab e CommonWealth, sarete comunque a tempo in seguito a trovare una banca più adatta alle vostre esigenze se vi siete trasferiti in modo permanente.

Il consiglio è di recarsi in una filiale di una di queste quattro banche per prima cosa una volta arrivati in Australia, andare allo sportello e chiedere di aprire un conto.

Per stabilire la vostra identità, occorerà ottenere almeno 100 punti ottenibili a seconda dei documenti presentati, ma per uno straniero quelli da presentare sono sostanzialmente i seguenti:

passaporto (70 punti)

e

carta di credito (25 punti)
patente di guida italiana (25 punti)

Come indirizzo potete utilizzare quello dell'albergo dove risiedete, o anche dell'ostello o appartamento in affitto.

Il conto corrente vi verrà aperto immediatamente, e potrete subito fare un bonifico dal vostro conto italiano e - dopo un paio di giorni - avere accesso ai vostri fondi direttamente in Australia, senza commissioni.

Con il conto corrente verrà offerta una carta EFTPOS (equivalente al Bancomat), gratuita e con la quale è possibile non solo ritirare denaro agli ATM, ma anche pagare più o meno in ogni negozio o ristorante in tutto il paese senza commissioni; occhio che mentre il pagamento non ha commissioni, spesso il ritiro di contante da ATM di banche diverse comporta una spesa di $2.

Visto che la carta EFTPOS ha un limite solitamente di $1000 al giorno, è conveniente chiedere anche una carta di debito (non una carta di credito), appartenente al circuito Visa o Mastercard. Si tratta di una carta analoga a quella italiana, con la differenza che un pagamento verrà immediatamente addebitato sul conto corrente e non a fine mese; in compenso solitamente è gratuita, e non ha limiti di spesa (se ovviamente avete soldi sul conto...). Una carta di credito invece richiede un po' di documentazione in più, ed equivale a quelle che in Italia si chiamano carte revolving: in pratica quando si acquista qualcosa non viene addebitato, ed a fine mese si ha la scelta di pagare dal proprio conto corrente tutto l'importo o pagare in rate mensili. Visto che si tratta in pratica di uno strumento per avere piccoli prestiti personali, i controlli sono molto maggiori ma a meno che non abbiate bisogno di un prestito sconsiglio caldamente di richiederla, visto che ha un costo annuale e che - se scegliete di pagare a rate - gli interessi sono molto alti, solitamente intorno al 20% all'anno.

Da notare che non è importante aprire il conto corrente nella filiale più vicina, se ad esempio avete un conto con Westpac potete fare tutte le operazioni da qualsiasi filiale in tutta l'Australia.

comments powered by Disqus
Consigli sull'Australia

Consigli ed informazioni personalizzate per chi intenda fare un viaggio in Australia, venire a studiare, trasferirsi con la propria famiglia o aprire una piccola attivitą.

CHIEDI INFORMAZIONI

Consulenza alle aziende che vogliono trasferirsi o esportare in Australia