I servizi

La giustizia civile in Australia: un caso concreto

La giustizia civile in Australia: un caso concreto

La civiltà di un paese si misura anche e soprattutto dal livello di funzionamento della Giustizia, sia penale che civile. Soprattutto quella civile ha un grosso impatto sul lavoro di piccole e grandi aziende, così come su famiglie e lavoratori, ed i tempi infiniti di quella italiana, con la sua spettacolare inefficienza, rappresentano un serio limite alla possibilità di ottenere un giusto rimborso.



Che in Australia la situazione fosse decisamente diversa lo sapevo già, per bocca di amici e conoscenti, ma nulla come un'esperienza diretta può illustrare l'efficienza deei tribunali amministrativi.

I fatti: uno dei miei clienti non aveva pagato una fattura, tirandola per le lunghe con motivazioni poco comprensibili. Il credito era di poco più di $1.000, pari a meno di 800 Euro, una somma che non permette certo di rivolgersi ad un avvocato, i cui costi sarebbero probabilmente pari se non superiori al totale dovuto. In Italia non ci sono molte alternative però, perchè il Giudice di Pace ha comunque un ambito limitato ed i costi sono comunque tali da scoraggiare la richiesta di piccole cifre. In più, anche se è in teoria possibile presentarsi senza aiuto di un legale davanti al Giudice di Pace, il fatto che la controparte possa co,unque avvalersene rende questa opzione inutile: spesso davanti ad un giudice purtroppo vince chi ha l'avvocato più bravo, non chi ha più merito...

Ma come funziona la giustizia civile in australia in un caso simile? Semplice: si compila una domanda online per un costo di $36 (per richieste di risarcimento fino a $10.000), e si attende l'udienza al tribunale amministrativo, per la quale non è possibile avvalersi dell'aiuto di un avvocato. Non che sia possibile non usare un avvocato, semplicemente non è concesso, cosa che limita fortemente i costi e rende i cittadini un po' più uguali davanti alla Legge.

Nel mio caso, il debitore aveva poi saldato parte della fattura prima di ricevere la lettera del tribunale amministrativo che lo informava del procedimento: a quel punto ho semplicemente dovuto inviare un'email al tribunale, indicando il numero di pratica e spiegando che era stato fatto un pagamento parziale. Una volta ricevuta la lettera del tribunale però, il debitore ha pagato il saldo rimanente, per cui non c'è neppure stato bisogno di attendere all'udienza. Anche in questo caso una semplice email comunicando il pagamento è stata sufficiente, un addetto del tribunale mi ha poi chiamato telefonicamente chiedendo se comunque volevo arrivare all'udienza richiedendo le spese al debitore (i $36 della domanda più il mio tempo).

Certo, non tutti i casi si risolvono in questo modo, ma certo è che una giustizia civile efficiente e veloce (il tutto è durato una diecina di gioni) limita tantissimo tutti quei casi di piccole ingiustizie per le quali in Italia è davvero inutile perdere tempo.
 

comments powered by Disqus
Consigli sull'Australia

Consigli ed informazioni personalizzate per chi intenda fare un viaggio in Australia, venire a studiare, trasferirsi con la propria famiglia o aprire una piccola attivitą.

CHIEDI INFORMAZIONI

Consulenza alle aziende che vogliono trasferirsi o esportare in Australia