L'Australia

Niente tolleranza per gli estremisti in Australia

Niente tolleranza per gli estremisti in Australia

Frank Lowy ed il primo ministro Julia Gillard si sono trovati accomunati dalla condanna agli estremismi, in seguito agli eventi scatenati da mussulmani nelle ultime settimane in tutto il mondo. Le dimostrazioni islamiche a Sydney si sono concluse con indagini che hanno portato all'arresto di quindici persone, identificate anche grazie a filmati amatoriali girati da passanti con i propri telefonini, e le forze dell'ordine sono state presenti massicciamente nei giorni scorsi nei centri delle principali città per scoraggiare fortemente chi intendesse portare in Australia valori estranei alla nostra cultura.



Le parole del miliardario Frank Lowy, un immigrato che ha fatto fortuna in Australia con un impero di centri commerciali, non potevano essere più chiare: "Siete i benvenuti, siete liberi di seguire la vostra religione, di onorare le vostre tradizioni, ma in cambio dovete accettare di vivere secondo gli standard dei valori di questa società, una società di cui avete scelto di far parte".

"Dovete anche accettare di passare questi valori ai vostri figli, offrendo loro un'educazuione ampia e bilanciata, scevra dall'ideologia dell'odio".

Parole che trovano sponda nelle dichiarazioni del primo ministro Julia Gillard, che parla di come il multiculturalismo sia il "punto di incontro fra diritti e responsabilità".

"Il diritto di manentere le proprie usanze, la propria lingua e la propria religione deve essere abbinato ad un uguale responsabilità di imparare l'inglese, trovare un lavoro, rispettare la nostra cultura e le nostre tradizioni e accettare le dunne come aventi uguali diritti". Una critica diretta alla religione islamica, arrivata a distanza di pochi giorni dalla condanna penale per la mutilazione rituale di una bambina avvenuta in New South Wales.

"Il rispetto per i nostri valori fondamentali di democrazia e del ruolo della legge è non negoziabile", continua la Gillard, "e le differenza devono essere espresse in modo pacifico. Quello che abbiamo visto a Sydney lo scorso fine settimana non era multiculturalismo, ma estremismo" conclude.

comments powered by Disqus
Consigli sull'Australia

Consigli ed informazioni personalizzate per chi intenda fare un viaggio in Australia, venire a studiare, trasferirsi con la propria famiglia o aprire una piccola attivitą.

CHIEDI INFORMAZIONI

Consulenza alle aziende che vogliono trasferirsi o esportare in Australia